Bandiere del Gusto 2018 - sandwichtime
4916
post-template-default,single,single-post,postid-4916,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Bandiere del Gusto 2018

Le Marche “alzano” ben 151 Bandiere del Gusto, il riconoscimento di Coldiretti a quelle eccellenze regionali che rispettano le regole della tradizione da almeno 25 anni.

Una regione sicuramente “dolce”, la nostra, e non solo per il paesaggio,  visti i prodotti selezionati: biscotti di mosto, calcioni, cavallucci, ciambellone, cicerchiata, crescie, fave dei morti, fristingo, lontezza di fico, pani, pizza di Pasqua, scroccafusi e tante altre prelibatezze.

Non mancano, però, le  carni  e i salumi tra salami di Fabriano o di Frattula, lardo del Montefeltro, carne di razza bovina Marchigiana o di pecora Sopravvissana  e anche l’orto ha i suoi rappresentanti nei carciofi, di Jesi, Montelupone e Fano, la roveja e la cicerchia, le pesche di Montelabbate o le pere Angelica, la mela rosa, i marroni, le visciole senza dimenticare gli extravergini monovarietali di varie zone delle Marche.

E anche le bevande alcoliche fanno la loro parte con la sapa, il vino cotto e il vino di visciole, new entry 2018.