LU POLENTÒ CO’ LI FURBI, L’ABBITI E LE PATATE - sandwichtime
Ricetta di cucina: chitarrine al nero di seppia con ragù di pesce dell'Adriatico e profumo di limone
chitarrine al nero di seppia, primi piatti
4788
post-template-default,single,single-post,postid-4788,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

LU POLENTÒ CO’ LI FURBI, L’ABBITI E LE PATATE

800 gr di polipi di media grandezza puliti, 300 gr di bieta lessata, 400 gr di pomodoro pelato, n. 3 patate, 400 gr di farina per polenta, 1 bicchiere di vino bianco, 1 cipolla, 1 carota, 1 costa di sedano, 1 spicchio d’aglio, olio evo, prezzemolo, sale pepe o peperoncino


È un tipico piatto della tradizione marinara civitanovese che coniuga mare e terra.

Preparate la polenta, versatela in stampi monouso e lasciatela raffreddare. Pulite e lavate i polipi

Preparate un battuto con cipolla, sedano, carota e prezzemolo, fatelo rosolare in abbonante olio, quindi aggiungete i polipi e fate cuocere mescolando continuamente fin quando inizieranno a cambiare colore assumendo una sfumatura rossastra.

Bagnate con il vino, fatelo sfumare, poi unite i pelati schiacciati, le patate tagliate a pezzi non troppo piccoli e la bieta.

Coprite la pentola e fate cuocere lentamente per circa un’ora, controllando che la zuppa non asciughi troppo.

Regolate di sale e pepe (o peperoncino) e togliete dal fuoco e lasciate riposare una quindicina di minuti.

Intanto tagliate la polenta a fette, grigliatele e sistematele sul fondo dei piatti, aggiungete la zuppa e servite.

Buon Appetito!